COME ALLODOLE SUI CAMPI

SCRITTO E DIRETTO: Alberto Genovese  – Andrea Di Cianni
CON: Alberto Genovese – Andrea Di Cianni – Giulia Argese

Ascolto, dialogo, tolleranza … parole di senso che nel mondo della fretta e dei riflettori puntati sull’io rischiano di perdere… senso. Questi, e non solo, gli ingredienti dello spettacolo “COME ALLODOLE SUI CAMPI” , in un percorso umano e spirituale che coinvolge tutti e soprattutto i giovani, assetati di riferimenti certi e realizzabili. Giovani di “belle speranze”, “ragazzi di oggi” ai quali un uomo speciale, “datato” ma, paradossalmente attuale, si propone come testimone. Da sempre l’uomo vive, provando a riempire di significato queste parole seppure con accezioni e accenti diversi, talvolta inconciliabili, talvolta efficaci. Una continua ricerca interiore che non conosce tempo e spazio, che sa di universale e alla quale, ieri come oggi, nessuno può esimersi. In una scena che può sembrare una piazza due cantastorie Lamberto e Bertoldo, accompagnati da una ragazza Chiara raccontano tra canti, danze e giochi di ombre la figura di Francesco. COME ALLODOLE SUI CAMPI può leggersi non solo come opera teatrale di impegno e spessore ma anche come invito allo spettatore a riflettere, come in uno specchio, la propria storia fatta di dubbi e di certezze, in quella di un uomo che, nel suo abbraccio al mondo, alla povertà e alla letizia, ha saputo e sa ancora affascinare, unicamente con la forza dell’amore. Uno spettacolo che unisce molti stili di teatro: narrazione, d’attore, di figura. Non è stato facile mettere insieme il tutto, ma volevamo rendere la vita di SAN Francesco “abbordabile” a tutti ma non volevamo perdere i suoi insegnamenti. Volevamo far “parlare” Francesco ai giovani d’oggi, lui che ha ancora tanto da dire.