SOTTOVOCE (SPECIALE GIORNATA DELLA MEMORIA)

(SPECIALE GIORNATA DELLA MEMORIA)

TESTO DI Andrea Di Cianni
REGIA Alberto Genovese

Sottovoce accompagna lo spettatore in una viaggio nella Memoria che svela, senza pudori, il mondo nascosto degli orrori della Shoah e la parte oscura di un massacro. Configurato sul modello del docudramma, lo spettacolo attinge esclusivamente ai materiali storici per condurci in un viaggio infernale nei meandri dei campi di sterminio. Sottovoce è teatro-documento dove la finzione scenica è rigorosamente al servizio di una dimensione didattica, oltre che narrativa. Gli attori portano in scena pagine di crudeltà , a partire dalla emanazione delle leggi antiebraiche fin al lavoro dei campi di Auschwitz, dalla loro apertura all’evacuazione per l’avvicinarsi delle truppe russe. Il viaggio è rievocato da chi vi aveva partecipato come vittima o aguzzino, al personale impiegato per la “selezione” del materiale umano da eliminare o dai medici che usavano gli internati come cavie da laboratorio. Attraverso questo percorso lo spettatore diventa egli stesso protagonista e testimone di quella “normalità” che governava le menti di chi partecipava dall’interno della gigantesca macchina dello sfruttamento e della morte.

Si interrogano, attraverso le voci di molteplici personaggi, sulle

origini e sulle cause di un periodo scuro della storia del mondo.

Uno spettacolo sulla possibilità e sulla necessità di reagire, di opporsi agli

orrori dell’umanità in quel periodo storico. Non dobbiamo mai dimenticare.